Consulenza legale, tecnica e investigativa per la revisione processi ingiusta detenzione - ISF | Istituto di Scienze Forensi | Milano | Treviso | Verona | Bolzano | Novara | Vicenza | Firenze | Taranto | Reggio Calabria | Catania | London | Malta

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Sezioni Speciali
Sezioni Speciali
Sezione Speciale Revisione Processi
La Sezione Speciale Revisione Processi dell’Istituto di Scienze Forensi è una sezione a carattere multidisciplinare che si pone quale punto di riferimento per le vittime di malagiustizia e gli operatori del diritto. Essa si occupa di:
  • errori giudiziari;
  • riparazione per ingiusta detenzione;
  • violazioni della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo.
La Sezione è gestita da esperti legali coadiuvati dagli esperti tecnici delle Unità Specialistiche dell’Istituto e da investigatori altamente qualificati.
Dal punto di vista operativo, la Sezione Speciale Revisione Processi si occupa di analizzare nei minimi dettagli il caso e individuare le possibili strategie da mettere in campo attraverso le più moderne metodologie forensi. Parallelamente all’attività di consulenza, la Sezione si occupa del fenomeno degli errori giudiziari attraverso un proprio centro studi.

Le indagini difensive nel processo penale
Con l’entrata in vigore della legge 7 dicembre 2000, n. 397 (“Disposizioni in materia di indagini difensive), in Italia si è conferito alle parti coinvolte nei processi il pieno diritto di vedersi riconosciuta la parità con la pubblica accusa, cioè il pubblico ministero. Nello specifico, gli attuali articoli da 391-bis a 391-decies del codice di procedura penale sanciscono la parità tra accusa e difesa in ordine alla possibilità di effettuare indagini: investigazioni private, accertamenti tecnici e audizioni dei soggetti potenzialmente in grado di riferire informazioni utili.
La possibilità per la difesa di avvalersi di propri consulenti tecnici di fiducia e svolgere indagini difensive, anche di natura preventiva, riduce di fatto le probabilità di errori giudiziari in un sistema fondato sul processo indiziario e sul principio del libero convincimento del giudice. Sfortunatamente, in Italia, non sempre gli avvocati scelgono la strada delle indagini difensive pregiudicando in partenza le possibilità di un’efficace difesa del proprio assistito.

Errori giudiziari
Si stima che in Italia in 26 anni sono stati circa 26 mila gli errori giudiziari che hanno privato della libertà personale degli innocenti. Solo nel corso dell’anno 2017, sono stati circa mille i casi di errori giudiziari. Sempre nello stesso anno, lo Stato italiano ha speso circa 35 milioni di euro in risarcimenti per le vittime di ingiusta detenzione ed errori giudiziari. Purtroppo, il numero degli errori giudiziari è in preoccupante aumento.

 
ISF Srls - P.Iva 09467620960
Torna ai contenuti | Torna al menu