Consulenza legale, tecnica e investigativa per stalking, bullismo e mobbing - ISF | Istituto di Scienze Forensi | Milano | Treviso | Bolzano | Novara | Vicenza | Firenze | Taranto | Reggio Calabria | Catania | London | Malta

Offerta formativa
■ Alta formazione
Investigazioni e Consulenze
tecniche forensi
giudiziarie, stragiudiziali e
assicurative in Italia e all'estero.
Investigazioni scientifiche
e criminologiche forensi

Investigazioni scientifiche
e criminologiche forensi
Tel. (+39) 02.3672.3678 | Email: isf@scienzeforensi.net | Urgenze
Vai ai contenuti
Atti persecutori: stalking, bullismo, mobbing ecc.

Il Servizio Speciale Atti persecutori è un servizio a carattere multidisciplinare che si occupa dei casi di persecuzione come stalking, bullismo e mobbing. L'Istituto è in grado di supportare il cliente o la cliente a 360 gradi grazie a un imponente apparato di tutela dei suoi diritti, nonché della sua integrità psicofisica, e con ogni strumento offerto dalla legge e dalle tecniche e tecnologie investigative di ultima generazione.

Un servizio efficiente basato su un'esperienza pluridecennale
La notevole efficienza del servizio offerto è garantita da esperti dell’Istituto che da molti anni si occupano del complesso fenomeno delle persecuzioni e che hanno aiutato, e aiutano tutt’oggi, moltissime persone.
Gli esperti assistono il cliente o la cliente nell'ambito della gestione del rapporto con il persecutore in attesa dell’apertura del procedimento giudiziario (la fase più snervante), nel raccogliere le prove necessarie per “incastrarlo” e nel riconquistare la capacità di autodeterminarsi e la consapevolezza di potersi difendere. Insomma, aiutano la vittima a non sentirsi più tale e a riprendere in mano la sua vita anche nel corso della fase di indagine.

Il lavoro d'equipe: l'unica strada per ottenere risultati
Spesso il persecutore è un soggetto non nuovo a certi comportamenti illeciti o criminali e ha una certa dimestichezza nel gestire le proprie attività delittuose, rendendo di fatto poco produttive le azioni di tutela della vittima messe in campo dagli avvocati, anche se questi ultimi vengono coadiuvati da investigatori privati. Pertanto, per ottenere risultati apprezzabili, soprattutto in caso di persecutori “abituali” o recidivi, risulta opportuno affrontare il problema da diverse prospettive. In sostanza, è necessaria la sinergia di diversi specialisti che si occupino del caso congiuntamente, apportando le loro specifiche conoscenze e competenze.
L'Istituto, nei casi di atti persecutori, mette in campo un’equipe di esperti composta da:
  • avvocati specializzati;
  • investigatori che si avvalgono di tecnologie di ultima generazione, alcune di derivazione militare (U.S.A e israeliane);
  • criminalisti (investigatori scientifici ed esperti di informatica forense e cyber security);
  • criminologi e vittimologi che si occupano delle strategie di gestione del rapporto con il persecutore e del supporto alla vittima, dalla fase delle indagini preventive all’eventuale processo;
  • medico legale per la valutazione della sussistenza del reato di persecuzione e per la richiesta di risarcimento dei danni;
  • istruttori di sicurezza e difesa personale (krav maga) per insegnare al cliente o alla cliente come prevenire aggressioni e, in casi estremi, a reagire in modo adeguato in relazione alle norme di legge.
Torna ai contenuti